Viaggiare low-cost: ChangeYourFlight

Per chi prenota un volo non rimborsabile e poi, per un qualche motivo, si vede costretto a rinunciare al viaggio, c’è un nuovo servizio gratuito online, esterno alle compagnie, da tenere sott’occhio.

Change your flight 1

Si tratta di una piattaforma web che fornisce la possibilità – a patto che il viaggiatore ne faccia richiesta entro 2 ore prima del mancato decollo – di recuperare parte del costo del biglietto perso e ricevere un voucher da spendere in voli successivi. Il vantaggio? Reciproco: mentre il cliente tampona il danno economico l’azienda aerea, per parte sua, ha a disposizione uno strumento in più per monitorare in tempo reale la situazione dei propri mezzi e coprire meglio i posti rimasti vuoti.

Una soluzione, questa, che permette di ammortizzare sprechi non solo finanziari e individuali, ma anche di natura ambientale e collettiva. Gli aerei, infatti, vantano lo scettro di mezzo di trasporto fra i più inquinanti al mondo: con tutto quello che ci costano in termini di emissioni CO2, carburante e impatto, se proprio non possiamo evitare di prenderli almeno sforziamoci di non farli decollare mezzi vuoti!

Il servizio, che risponde al nome di ChangeYourFlight, si propone innanzitutto come alternativa economica a quello che, in caso di rinuncia al viaggio, è l’ iter più gettonato: tentare di salvare baracca e burattini facendo richiesta di un cambio di volo, ovviamente dietro pagamento di apposita maggiorazione. In parole povere, biglietto sprecato lo stesso e soldi in più che se ne vanno.

Change your flight2

Voglio dire, le compagnie aeree, quando ci si mettono, sono veramente bastarde dentro: se ripenso che a Monaco di Baviera, durante uno dei miei ritorni in patria di qualche annetto fa, la Lufthansa mi ha fatto sganciare 100 euro extra solo per aggiustare un errore di prenotazione fatto da loro, ancora mi ribolle il sangue. Giuro. O pagavo, o restavo a terra: voi al posto mio, in piena Vigilia di Natale e al cospetto di una muraglia di aerei pieni fino a traboccare, che avreste fatto?

Vabbè, in quel caso ChangeYourFlight non mi sarebbe servito a nulla, perché è successo tutto appena prima dell’imbarco e quindi nelle 2 ore di margine non ci rientravo neanche a pregare. Semmai mi consolo un minimo sapendo che d’ora in poi, in caso mi dovesse ricapitare una menata del genere, perlomeno avrò una chance in più per cercare di non farmela mettere dove non batte il sole….accontentiamoci!

Change your flight3

Detto questo, come funziona esattamente ChangeYourFlight? In 3 passaggi:

  1. si va sul sito ufficiale e si inseriscono, nell’apposito modulo, i dati relativi al volo a cui si è deciso di rinunciare
  2. si indica quanto si vorrebbe recuperare
  3. si inoltra la richiesta

Basta. Al resto ci pensa ChangeYourFlight, che provvederà a presentare la domanda direttamente alla compagnia: se questa dovesse accettare, emetterà il buono sconto da sfruttare per un volo successivo.

I punti forti del servizio sono, in effetti più di uno: il tentativo di rimborso è completamente gratuito, veloce da fare, e si può annullare in qualsiasi momento. Se un determinato volo avesse più di passeggero rinunciatario, poi, tanto meglio: in virtù del fatto che l’unione fa la forza, le richieste verranno raccolte e presentate tutte insieme.

L’idea, sviluppata dagli spagnoli José Luis Vilar e Iñaki Uriz in seguito ad una prenotazione pasticciata e vissuta in prima persona, fa riferimento a questioni di grande portata: si calcola che ogni anno, in media, il 7% dei biglietti acquistati presso le sole compagnie low-cost non viene utilizzato, il che genererebbe un totale di 40.000 posti vuoti in volo e oltre un miliardo di euro sprecati. Senza contare che l’ottimizzazione del riempimento di un aereo fa sì che il velivolo perfezioni il suo livello di efficienza energetica in rapporto al consumo di carburante. Insomma, è o non è un link da segnare…al volo?

Annunci

4 pensieri su “Viaggiare low-cost: ChangeYourFlight

  1. Certo che sì! Infatti ti ringraziamo moltissimo di averlo segnalato! Soprattutto tramite un articolo così bello da leggere, ironico al punto giusto e che racconta le cose…come stanno!

    Speriamo di no, ma se ti dovesse ricapitare qualche cambio di programma, puoi contare su di noi! Grazie ancora e rimaniamo a disposizione per domande e maggiori info sia qui che su Twitter (@CYF_Paola) e su Facebook (http://www.facebook.com/ChangeYourFlight)

    1. Grazie a voi per aver messo in piedi il progetto: faccio le corna, ma se prossimamente dovessi incappare in qualche problema di questo tipo mi appello a voi di sicuro 🙂

      Ho chiesto la cartella stampa al vostro contatto e-mail. Ciao e grazie per essere passata 😀

  2. Fantastico!!
    Mi occupo di gestire all’interno di un’azienda i viaggi di colleghi/collaboratori (non proprio un travel manager ma simile) e capita purtroppo di dover annullare un biglietto già emesso.
    Questo servizio potrebbe permetterci di salvare qualche soldino, cosa non trascurabile di questi tempi 🙂
    Grazie per la segnalazione 🙂
    p.s. sono capitata qui oggi per caso, e il primo articolo che ho letto è stato questo, super utile! adesso non mi resta che spulciare nei post passati per trovare qualche altra idea interessante 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...