Collant rotto delle mie brame…

…chi è il più smagliato del reame? Il paio quasi nuovo che ho bucato ieri sera rientrando in bici, probabilmente…sigh!

da un collant si possono ricavare molti elastici
Il solito vecchio trucco per prolungargli la vita un altro po’, ovvero spennellare con lo smalto per unghie i contorni della parte sciupata per fermare la corsa della smagliatura, stavolta purtroppo non mi può aiutare: il collant in questione è di quelli a compressione graduata, e quindi va indossato solo se perfettamente integro. Questo succede perché si tratta di collant pensati per aiutare la circolazione sanguigna delle gambe e che, proprio per questo, sono fatti in modo da esercitare, a seconda dell’altezza della gamba, un livello di pressione specifico: nel rompersi, questi punti si sballano e si rischia di farsi più male che bene.

Morale della favola, non me li posso più mettere e li devo buttare per forza. Li dividerò in 2 parti: una per la differenziata (a proposito, dove?) e una da riciclare.

Siccome è molto resistente, questo tipo di collant si presta veramente benone ad essere tagliato a strisce. Bastano solo un paio di forbici e via, in un minuto si possono ricavare elastici di spessori e larghezze diverse da usare per legare i capelli, fermare fogli di carta arrotolati, chiudere sacchetti vari in cucina. Un collant è elastico sempre: ovviamente, più sarà velata la calza e più gli elastici ottenuti saranno fragili. Per questo motivo, più coprente è il collant e migliori saranno i risultati.

Questo riciclo veloce veloce l’ho imparato a fare ai tempi in cui vivevo a Freising con Barbara: lei sotto i jeans usava spessissimo i gambaletti corti, e ogni volta che si rompevano si metteva a stagliuzzare. Anche se è passato qualche anno e nel frattempo siamo rimpatriate  – lei in Argentina, io nella mia bella e sfasciata Italia – ogni tanto qualcuno dei suoi elastici rispunta in giro per i miei cassetti, e ripenso forte a lei.

Annunci

2 pensieri su “Collant rotto delle mie brame…

  1. Io con i collant rotti ci faccio le teste delle bambole di stoffa o li uso al posto del tulle per metterci la lavanda per profumare i cassetti o per imbottire pupazzi.;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...