Mai ceretta fu più dolce

Siccome i capillari delle mie gambe sono fragili oltre ogni dire, quando parlo di ceretta non posso che intendere quella a freddo. E quando parlo di ceretta a freddo ecologica e a-costo-praticamente-zero, non posso che intendere quella al caramello.

caramello

Gli ingredienti per preparare questa crema depilatoria, detta anche ‘all’orientale‘, sono appena 2 e pure facilissimi da reperire, perché si tratta di acqua e zucchero: ok, quando si arriva al momento topico e tocca alzare la striscia a strappo la pelle frizza lo stesso, ma in compenso l’abituale eroica sofferenza la si va a patire, in questo caso, immerse in una suadente nuvola di profumo caramellato. Che famo, ci proviamo?

Le ricette per preparare questa ceretta zuccherosa – già che c’ero mi sono anche guardata in rete un tot di video tutorial sull’argomento –  sono veramente una marea, comunque ho notato che le variazioni fra questa o quella, stringi stringi, si riducono a pochi piccoli dettagli. La versione che sto per andare a spiegare, per la cronaca, l’ho imparata invece da tale Chantal, la padrona di casa mordi e fuggi (nel senso che siamo rimaste in affitto da lei giusto il tempo di migrare altrove) che io e Barbara abbiamo incontrato ai tempi in cui vivevamo in quel di Fresing, nella profonda Baviera.

La ceretta caramellata à la Chantal si inizia a preparare mettendo mano ad un pentolino e versandoci dentro un bicchiere di zucchero bianco. Lo zucchero andrà scaldato a fuoco molto dolce, così da evitare che si attacchi sul fondo del tegamino e che si formino grumi: una volta che avrà raggiunto un colore rossiccio-marroncino, si spegnerà il fornello e si andrà ad aggiungere, mescolando, un bicchiere di acqua.

Il mestolo più adatto per fare questa operazione (a proposito, occhio agli schizzi!) sarebbe quello a punta piatta, perché ha una forma perfetta per aderire bene sul fondo del tegamino e mischiare meglio il tutto in modo omogeneo. Sciolto completamente lo zucchero, il caramello ottenuto andrà lasciato freddare: il risultato finale dovrà essere un composto liquido abbastanza compatto e soprattutto appiccicoso.

La ceretta caramellata è pronta: arrivate a questo punto, non resta altro da fare che spalmare un po’ di caramello (a strato sottilissimo) sulla gamba aiutandosi con una spatola, stenderci sopra una striscia di stoffa facendola aderire bene sfregando con le mani e infine, contropelo, tirare via la striscia con un colpo secco. E via così, fino a sterminare l’ultimo pelo malefico. L’applicazione, insomma, è identica a quella di una normale ceretta a freddo classica. Il caramello, se tenuto a temperatura ambiente in un contenitore di vetro a chiusura ermetica, si conserva anche per mesi, mentre le strisce, volendo, si possono ricavare tagliando vecchie lenzuola dismesse. Questa soluzione, oltre che riciclona, è doppiamente conveniente: le strisce, infatti, a ceretta finita si possono facilmente lavare e poi riutilizzare per il nostro spennamento (sigh!) della volta dopo. Alla fine, per lavare via i residui della ceretta, altro non serve che un po’ di acqua calda, che farà sciogliere e scorrere via lo zucchero rimasto appiccicato qua e là.

P.S. la ceretta araba tout-court, a onor del vero, prevederebbe una preparazione a base di acqua, zucchero, limone e miele: alla fine del procedimento quello che si deve ottenere è una pasta di caramello che viene applicata dura e pura, cioè senza bisogno di strisce. Ancora io non l’ho provata: voi sì? E come vi sembra, è fattibile?

Annunci

3 pensieri su “Mai ceretta fu più dolce

  1. ciao ciao,che coraggio farsi la ceretta ma è il modo migliore e più economico ,io però a 17 anni ho preso il mio primo silkepil da allora ne ho presi solo due ,ho ammortizzato bene le spese ,però il meglio è ancora la ceretta che io non ho il coraggio di farmi e di farmi fare…peccato..ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...