Il dado vegetale secondo me

Prima compravo sempre il dado Knorr, lo usavo pure abbastanza spesso anche se, gira che ti rigira, non andavo oltre a tutta una serie di brodini vari e assortiti, che mi preparavo più che altro in inverno quando mi andava qualcosa di caldo e non mi veniva nessun’altra idea. Poi qualche anno fa, nel bel mezzo di una fase di risparmio duro e puro delle mie, la spesa al supermercato era diventata una gioiosa caccia alla marca, nel senso che mi andavo a cercare con cura amorevole tutte quelle scrause con il risultato che il carrello alla fine, devo dire con mia grande soddisfazione, era pieno lo stesso ma spendevo la metà o sennò, quando proprio era andata male, un terzo pieno di meno.

brodo vegetale

Quanto al dado, a quel punto ero passata a quello Carrerfour, perché aveva un prezzo nano come volevo io e il pregio aggiunto di non essere neanche il campione di schifezza in carica della sua categoria, perché sullo stesso ripiano c’era pur sempre quello della famigerata UNO che, quanto a prezzo sospettosamente  basso e ingredienti misteriosi, non lo batte veramente nessuno. L’importante era insomma che fosse economico, tutto sommato non male di gusto e quindi bon, perché no. Alla lunga però, più lo usavo e più il sapore mi sembrava un mix di sale e robe chimiche: ma questo è un discorso che vale tradizionalmente per tutti i dadi sui generis, perché sono veramente pratici ma molto poco sani in quanto fatti a base di glutammato (=esaltatore di sapidità) e grassi idrogenati, e da lì non si scampa a parte casi rari  tipo quelli di Alce Nero o della Bauer, che di glutammato sono invece privi. Poi, per caso, scopro che c’è gente che onde evitare tutto questo se lo fa direttamente da sé, e allora una domenica ho provato anch’io: è stato facile, la maggior parte degli ingredienti ce li avevo già in casa e il vasetto pieno di composto dadoso (300-400 gr) che se ne ricava si conserva fino a 6 mesi anche fuori dal frigo.

Fra tutte le ricette possibili che ho trovato, mi è piaciuta molto quella di Petula, perché è completa e poi nella sua versione una parte del sale si sostituisce con il miso. A differenza di Petula, però, alla fine non ho messo il mio dado in un contenitore di vetro ma in vaschette di quelle per fare i cubetti di ghiaccio: così mi doso praticamente come facevo prima e mi regolo a colpo sicuro. Per chi usa il vasetto, invece, un cucchiaino abbondante di composto corrisponde ad un dado classico.

Gli ingredienti e il procedimento sono questi: per prima cosa si tagliano finemente (tipo soffritto) 200 gr di sedano, 1 cipolla grande, 2 carote, 1 zucchino, 100 gr di prezzemolo, 20 foglie di basilico, 15 di salvia, 2 rametti di rosmarino; fatto questo, si versa il tutto in una pentola con un cucchiaio di olio d’oliva, si mischia per bene e si ricopre con 150 gr di sale fino e 100 gr di miso. Il fondo della pentola deve essere spesso, perché le verdure dovranno essere cotte a fuoco lento per un’ora e mezzo senza aggiungere neanche una goccia d’acqua. Aggiungere acqua significherebbe compromettere la densità del risultato finale, e usando un tegame senza fondo spesso si rischia che si attacchi tutto. Passato il tempo di cottura, il pappone di verdure e odori si sarà ammorbidito e ristretto di volume, mentre miso e sale saranno scesi sul fondo. Ora non resta che centrifugare bene tutto in modo da ottenere una specie di omogeneizzato e, infine, ripassare sul fuoco per qualche altro minuto per far addensare. Questo dado vegetale fatto in casa si conserva bene anche a temperatura ambiente proprio per il suo contenuto salino: io con questo caldo lo tengo in frigo lo stesso, così vado ancora più sul sicuro. Just try it! 🙂

Annunci

4 pensieri su “Il dado vegetale secondo me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...